Post

Caddi in uno dei miei patetici periodi

Caddi in uno dei miei patetici periodi di chiusura.
Spesso, con gli esseri umani, buoni e cattivi, i miei sensi semplicemente si staccano, si stancano: lascio perdere.
Sono educato.
Faccio segno di sì.
Fingo di capire, perché non voglio ferire nessuno.
Questa è la debolezza che mi ha procurato più guai.
Cercando di essere gentile con gli altri, spesso mi ritrovo con l'anima a fettucce,
ridotta ad una specie di piatto di tagliatelle spirituali.
Non importa…
Il mio cervello si chiude.
Ascolto.
Rispondo.
E sono troppo ottusi per rendersi conto che io non ci sono…"

Charles Bukowski dal libro"Musica per organi caldi



BANITSA BULGARA

Carnevale vecchio e pazzo

MINESTRONE VERZA E LEGUMI

Gli alberi sono poesie..

Verza stufata all' aceto con salsiccia

"Il denaro non fa la felicità...

Ciambellone al caffè e gocce di cioccolato

Grano e vino

Ciliegie al vermouth bianco – Cherries in white vermouth

Uno spazio di pausa

Risotto, asparagi e gamberi

Insegnami

BIRYANI ALLE VERDURE

C'è un ape

Crostata ricotta e lamponi

UN PETTIROSSO DA COMBATTIMENTO

FRITTATA ZUCCHINE E MENTA

CONVERSAZIONE CON UNA PIETRA

CODA DI ROSPO AL FORNO CON SPECK E TIMO

L' ANALFABETA POLITICO

TACCOLE SALTATE IN PADELLA CON PANCETTA

Forte come l'erica , in cime tempestose

ARROSTO DI VITELLO PIEMONTESE

Perché vivo

Polpo e patate in insalata - ricetta veloce

La mia idea di vita è la sobrietà

TORTE SALATE : ricette facili e gustose

Lancia il dado

Pastiera con farro

Pasqua

Marmellata di limoni e zenzero

Siamo sognatori .

Spezzatino in salsa gremolada