domenica 7 febbraio 2016

C'era


focolare

C'era

C'era, un po' in ombra, il focolaio;
aveva arnesi, intorno, di rame.
Su quello si chinava la madre col soffietto,
e uscivano faville.

C'era nel mezzo una tavola dove
versava antica donna le provviste.
Il mattarello vi allungava a tondo
la pasta molle.



C'era, dipinta di verde, una stia,
e la gallina in libertà raspava.
Due mastelli, là sopra, riflettevano,
colmi, gli oggetti.

C'era, mal visto nel luogo, un fanciullo.
Le sue speranze assieme alle faville
del focolaio si alzavano.

Alcuna-guarda!- è rimasta.

Umberto Saba